I EDIZIONE PREMIO VERGA

Evento sold out. Cannizzaro: “Un risultato che premia l’impegno della nostra Università nella promozione della cultura”

La prima edizione del Premio Verga – promosso dall’Ersu di Catania, patrocinato da Università di Catania, Ecomuseo Riviera dei Ciclopi, Fondazione Verga –  lo scorso venerdì al lido dei Ciclopi, ha voluto raccontare l’essenza delle opere verghiane lungo un percorso che parte dai Faraglioni, attraversa i suoi scritti, e si riallaccia a personalità che lavorano in una Sicilia a volte ostica, piena di contraddizioni, ma fonte inesauribile di ispirazione. “Ho fortemente voluto, con l’appoggio del direttore Salvatore Cantarella e degli studenti in cda, questo premio”, ha commentato il prof. Salvo Cannizzaro, delegato alla Cultura dell’Ersu, ringraziando il presidente dell’Ersu Mario Cantarella, il Magnifico rettore Francesco Priolo, salito sul palco a consegnare i premi, la Proloco di Acicastello per “l’attiva collaborazione”, il sindaco di Acicastello Carmelo Scandurra, il suo delegato alla Cultura Antonio Maugeri, l’amministratore delegato avv. Francesco Carpinato e il direttore del lido dei Ciclopi, Nello Pappalardo, e il prof. Rocco Schembra presente a intrattenere con un reading letterario sul mito di Aci e Galatea. “L’evento soldout – presentato dalla giornalista Valentina Sciacca – ci gratifica, il pubblico ha evidentemente apprezzato una manifestazione di forte appeal culturale, con nomi di prestigio, in un luogo magico, senza tempo” ha detto Cannizzaro.
Con incredibile disinvoltura i 10 studenti dell’Ateneo catanese che hanno partecipato al bando indetto dall’Ersu diretti dal maestro Agostino Zumbo e selezionati dalla giuria presieduta dalla prof. Sara Zappulla Muscarà- cui è toccato poi decretare i 3 vincitori- hanno incantato il pubblico, rileggendo i brani scelti tratti da opere verghiane. Sul podio, prima classificata Martina Grasso, con un brano tratto da Cavalleria rusticana. Secondo posto per Sebastiano Alario (Eva); terzo classificato Roberta Arcifa (Storia di una capinera).
Tre i riconoscimenti intitolati al Verga, che premiano figure di valore legate ai luoghi verghiani: Acicastello, Catania, Vizzini. Rispettivamente, premio alla memoria Jean Calogero, ritirato dalla figlia Patrizia “…Un visionario dal respiro internazionale (la Sicilia e Parigi i suoi poli esistenziali e artistici) che mette sulla tela i suoi sogni, l’universo fantastico che anima il suo visionario immaginario, dove Aci Castello s’accampa protagonista incontrastato anche quando soltanto evocato…” . Il direttore del teatro Stabile di Catania, Laura Sicignano, “…ha affrontato di slancio il compito di rilanciare il Teatro Stabile mettendo in piedi cartelloni che hanno suscitato notevole interesse.  E anche in un momento reso ancora più complesso, a causa del Covid, come quello che stiamo vivendo, ha continuato a mantenere vivo il rapporto del Teatro con la città…”. Penna brillante del giornalismo, Mario Barresi, “…giornalista d’opinione che, alla luce di un controllo scrupoloso delle fonti, di testimonianze puntuali,  scava nei fatti con acume per dare al lettore, con fluida prosa, non priva talora di sottile ironia, quelle interpretazioni e quegli approfondimenti che non può trovare nel web. E lo fa senza cedere a compromessi di alcun genere mantenendosi sempre super partes, valori che ha ereditato dal padre Salvatore, anch’egli giornalista e per anni  sindaco di Vizzini, dove si è speso per diffondere la conoscenza dell’opera di Giovanni Verga. Mario Barresi, che ne ha assorbito la lezione, ne prosegue, con immutato impegno, l’azione”.
Presenze illustri in platea:

  • il Console di Grecia a Catania, Arturo Bizzarro;
  • il Tenente Colonnello Nino Iebba della base dell’Aeronautica Militare Sigonella;
  • il vicesindaco di Aci Castello, Orazio Sciacca;
  • la Presidente della commissione cultura del comune di Aci Castello, Giusi Agosta;
  • il Presidente dell’Ecomuseo Riviera dei Ciclopi  Antonio Maugeri;
  • il sindaco di Valverde, Angelo Spina;
  • il Presidente dell’Area Marina Protetta Isole Ciclopi, Luciano Cosentino;
  • la Presidente della Scuola Superiore dell’Università di Catania, Marisaria Maugeri e tanti altri illustri ospiti.

Manifestazione molto partecipata tant’è che si è dovuta sospendere la richiesta di partecipazione (sold out). Ovviamente, si sono rispettate le direttive anticovid, distanziamento, tutti registrati e con mascherina.

Related posts